header mix

“Mangia sano, mangia italiano” sembra il consueto slogan per promuovere la qualità e la salubrità delle produzioni tipiche del nostro paese, ma purtroppo non è così. Lo confermano i dati del Rapporto 2015 sui Residui dei Fitosanitari in Europa diffusi dall’Efsa (Agenzia europea per la sicurezza alimentare) ed elaborati da Coldiretti. L’organizzazione agricola ha presentato i risultati nei giorni scorsi a Napoli - in occasione della mobilitazione di migliaia di agricoltori italiani a difesa della Dieta Mediterranea - per sottolineare l’importanza del nostro modello alimentare e lanciare l’allarme sui rischi legati ai prodotti di importazione extra europea.

Si chiama RRI Tools ed è un toolkit interattivo, accessibile a tutti che fornisce buone pratiche e idee per facilitare la relazione tra scienza e società. Obiettivo è di coinvolgere ricercatori, cittadini, policy maker e imprese in un dialogo costruttivo, per renderli attivamente partecipi all’intero processo di ricerca e innovazione. Il tutto per adeguare i risultati delle ricerche ai valori, ai bisogni e alle aspettative della società europea, applicando modalità di ricerca eticamente responsabili.

Si terrà a Edimburgo dal 20 al 23 settembre “The Aquaculture Europe 2016 - Food for thought”, uno dei più grandi eventi internazionali dedicati all’acquacoltura, un settore fondamentale per garantire l’approvvigionamento di pesce in Europa. La conferenza è organizzata dall’ European Aquaculture Society in collaborazione con la Marine Scotland e la Marine Alliance for Science and Technology for Scotland. Il titolo scelto evoca immediatamente l’obiettivo dell’evento: evidenziare l’importanza del cibo come nutrimento e come stimolo per la mente e le idee. Proprio quelle idee necessarie alla rinascita di un settore che, come affermano gli stessi organizzatori, dal 2000 si è sostanzialmente fermato a livello di investimenti e di volume di pesce prodotto.

Conoscere in maniera diretta cosa fa l’Europa per garantire la sicurezza del nostro cibo. Sono queste le finalità degli incontri che si terranno presso l’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) di Parma, dal 26 al 29 aprile 2016.