Approvata la graduatoria dei progetti di ricerca che saranno sostenuti con i 2,5 milioni di euro messi a disposizione da Ager a favore dell’Agricoltura di montagna (500 mila euro) e dei Prodotti lattiero-caseari (2 milioni di euro). Un risultato raggiunto al termine di un approfondito processo di valutazione, che ha coinvolto 39 esperti internazionali chiamati ad esprimere, secondo criteri di peer review, un giudizio di merito sulle proposte candidate.

Grande partecipazione e interesse per la presentazione dei nuovi bandi Ager a sostegno dell’agroalimentare italiano e dedicati ad Agricoltura di montagna e Prodotti lattiero-caseari. Attualmente sono oltre seicento le persone che hanno visto la presentazione,  di cui la maggior parte riconducibile al pubblico collegato on line per la diretta streaming dell’evento e una parte formata da chi l’ha vista in modalità on-demand e da chi ha scelto di essere presente a Milano durante la diretta, che si è tenuta presso la Fondazione Cariplo, capofila di Ager.

Il  Comitato di Gestione di Ager ha scelto di presentare i bandi attraverso una piattaforma streaming per dare la possibilità a tutti gli enti di ricerca e ai soggetti interessati di avere le informazioni senza spostarsi dalle proprie sedi. I dati confermano che la diretta è stata seguita a livello nazionale e molto numerose anche le domande sui bandi arrivate nel corso della presentazione, grazie a una live chat. Ad aprire la presentazione Ugo Dozzio Cagnoni, Presidente del Comitato di Gestione Ager, che ha spiegato gli obiettivi e la scelta di puntare sulla ricerca scientifica in altri due settori chiave dell’agroalimentare italiano.  Agricoltura di montagna e Prodotti lattiero-caseari si aggiungono di fatto alle filiere Acquacoltura e Olivo e Olio, già sostenute nel 2015 con due bandi per 4 milioni di euro.

«Abbiamo scelto - ha spiegato Dozzio Cagnoni - la ricerca sulla zootecnia perché è il vero sostegno all’agricoltura di montagna. Il nostro obiettivo è di valorizzare le peculiarità di questo settore e al contempo mantenere attiva la presenza delle aziende agricole nelle aree montane, dove le conseguenze dell’abbandono sarebbero gravissime. Anche i prodotti lattiero-caseari - ha continuato Dozzio Cagnoni - hanno un grande valore per la produzione agroalimentare italiana. Per questo abbiamo deciso di intervenire sostenendo progetti che riguardano il miglioramento concreto di tutta la filiera o di una parte di essa. Ed entrambe le scelte, a cui sono stati destinati complessivamente 2,5 milioni di euro, rispondono a specifici e reali fabbisogni di ricerca che come Ager abbiamo individuato.»

Tutti i dettagli sui bandi e le modalità di presentazione dei progetti di ricerca sono stati illustrati da Valentina Cairo, project manager di Ager, mentre Diana Pozzoli, vice - direttore dell’area ricerca scientifica e tecnologica della Fondazione Cariplo, ha risposto alle domande del pubblico collegato on line alla live chat. La presentazione è stata moderata da Riccardo Loberti, referente comunicazione di Ager.

Ricordiamo che il video della presentazione dei bandi per Agricoltura di montagna e Prodotti lattiero-caseari è disponibile on demand sul sito Ager nella sezione dedicata ai bandi al seguente link  http://progettoager.it/index.php/i-bandi-di-progetto-ager/i-bandi

Ager - Agroalimentare e ricerca,
è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

AGER
Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Progetto Ager

Valentina Cairo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


ico twitter   TWITTER

ico youtube   YOUTUBE