header mix

Oltre 150 paesi coinvolti in tutto il mondo e un programma di iniziative così ampio da renderlo uno dei giorni più celebrati dall’Onu. Domenica 16 ottobre è la Giornata Mondiale dell’Alimentazione che la Fao celebra ogni anno proprio nella data della sua fondazione nel 1945. Questo evento così longevo ha l’obiettivo di richiamare l’attenzione sull’enorme problema della fame nel mondo, sulla necessità di garantire diete nutrienti e sicurezza alimentare in un momento in cui esiste una grande dicotomia tra scarsità di cibo e spreco, malnutrizione e obesità diffusa nei paesi più sviluppati.

Prodotti sani, buoni e di qualità ma con un contenuto di sale ridotto per salvaguardare la salute. E' una nuova tendenza della ricerca scientifica nell’agroalimentare che punta ad avere un impatto positivo concreto sull’alimentazione e la vita quotidiana dei consumatori. Gli italiani introducono troppo sale con la dieta, considerando il 10% già contenuto naturalmente negli alimenti, il 30% che proviene dalla saliera e ben il 54% contenuto nei prodotti trasformati. Un fattore che espone al rischio di malattie cardiovascolari e renali. Ma sarebbe possibile invertire la tendenza producendo, ad esempio, un pane ugualmente buono, con meno sale o il prosciutto con lo stesso sapore ma a basso contenuto di sodio? In sostanza un classico e gustoso panino che non danneggia la salute?

Frutta e verdura sono alleati preziosi per il benessere del corpo ma durante la gravidanza sono un vero toccasana per il cervello del bambini. Ne sono certi i ricercatori dell’Università di Alberta (Canada) che nell’ambito del progetto CHILD (Canadian Healthy Infant Longitudinal Development) hanno studiato la relazione tra i quantitativi di frutta mangiati dalle future mamme in gravidanza e lo sviluppo cognitivo dei bambini.

Prodotti alimentari con ingredienti ben visibili, contenitori trasparenti sugli scaffali che mostrano aspetto e quantità degli alimenti, uno scanner nei punti vendita per conoscere i valori nutrizionali di un prodotto.

Ager - Agroalimentare e ricerca,
è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

AGER
Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Progetto Ager

Valentina Cairo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


ico twitter   TWITTER

ico youtube   YOUTUBE