header mix

Non solo eccellenza produttiva e delizioso compagno sulla tavola. L’Olio Extravergine di Oliva aiuta a prevenire e controllare il diabete, contribuendo ad abbassare il livello degli zuccheri nel sangue. Lo affermano i ricercatori della Società italiana di diabetologia e dell’Università Federico II di Napoli, confermando un recente studio dell’Università La Sapienza di Roma. Aggiungere un filo d’olio può, dunque, aiutare i diabetici a vivere meglio perché contiene le impennate glicemiche, proteggendo il corpo dai rischi cardiovascolari.

Sono le Fondazioni di origine bancaria a sostenere la ricerca scientifica nel settore agroalimentare, intervenendo dove il settore pubblico e quello privato spesso non arrivano per mancanza di fondi. Lo ha spiegato l’avv. Giuseppe Guzzetti, Presidente di Acri - Associazione che riunisce le citate Fondazioni e le Casse di Risparmio spa – e di Fondazione Cariplo, nel corso del suo intervento all’Università Cattolica di Cremona per l’apertura dell’anno accademico 2015/2016. In base al XX Rapporto ACRI 2014, sono infatti ben 61 le Fondazioni operanti a sostegno della Ricerca e Sviluppo e ben 114,4 i milioni di euro erogati in un anno.

Conoscere e scegliere un olio di qualità, perfetto dal punto di vista delle proprietà nutrizionali e che soddisfi le esigenze di ogni palato. Oggi, a disposizione dei consumatori, c’è l’Atlante degli oli, una vera e propria mappa delle eccellenze olivicole per orientarsi tra centinaia di oli prodotti in Italia. L’Atlante è stato realizzato dalla dott.ssa Graziella Picchi, con il contributo di Cinzia Antonini e Massimo Greco, su iniziativa del prof. Corrado Barberis e pubblicato dall’Istituto Nazionale di Sociologia Rurale (INSOR).

Come stanno variando le produzioni agricole a seguito dei cambiamenti climatici? Una domanda complessa alla quale danno una risposta Frances C. Moore e David B. Lobell della Stanford University, nel loro lavoro pubblicato sull’importante giornale scientifico “Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America”. I ricercatori hanno evidenziato il legame che esiste tra i mutamenti del clima e quattro colture molto diffuse in Europa quali grano, mais, orzo e barbabietola da zucchero.

Un agricoltore che cerca informazioni meteo con un’App su smartphone o controlla l’andamento dei prezzi della borsa merci on line. Fino a qualche anno fa una fotografia quasi impensabile per il settore primario, che appariva più restio ad uscire dagli schemi informativi tradizionali. Oggi l’indagine "L'utilizzo di internet in agricoltura" - condotta da Nomisma e Image Line su un campione di 1.315 aziende agricole che usano internet – rivela che gli agricoltori abbracciano il web e lo utilizzano per migliorare la produzione, risparmiare, tenere contatti diretti con i fornitori, cercare sbocchi su nuovi mercati.

Aumentare la redditività della coltura del riso grazie al recupero sostenibile dei sottoprodotti della coltivazione, quali paglia, lolla e pula. Questo l’obiettivo di RiceRes, un progetto di ricerca finanziato da Fondazione Cariplo e promosso da CNR ISMAC di Biella e dalle Università di Milano e Pavia. I primi risultati ottenuti dopo nove mesi di lavoro sono molto promettenti.

Ager - Agroalimentare e ricerca,
è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

AGER
Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Progetto Ager

Valentina Cairo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


ico twitter   TWITTER

ico youtube   YOUTUBE