header mix
  • 16 Giugno 2017

Presentato il progetto S.O.S. ad “Agraria Open Day”

L’olivicoltura tra i temi della giornata dell’orientamento all’Università Mediterranea di Reggio Calabria

Migliorare e rafforzare la sostenibilità della filiera dell’olio d’oliva, puntando a un prodotto di qualità e promuovendo la cultura dell’olio nel consumatore. Sono gli obiettivi del progetto Sustainability of the Olive oil System - S.O.S. presentati nel corso di 'Agraria Open Day', la giornata di orientamento che si è tenuta lo scorso 5 maggio presso il Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, partner del progetto S.O.S.

Una giornata dal forte valore educativo, finalizzata a spiegare ai giovani aspiranti specialisti del settore l'importanza dell'olivicoltura, in particolare la ricchezza del patrimonio genotipico olivicolo del territorio calabrese, ancora poco sfruttato, e la necessità di migliorare la sostenibilità delle produzioni olivicole.

 I ricercatori Amalia Piscopo - gruppo di ricerca di Scienze e Tecnologie alimentari - e Giacomo Falcone - gruppo di ricerca di Economia Agraria - hanno illustrato le attività di sperimentazione in corso e quelle che verranno svolte nei prossimi anni. Nel dettaglio la ricerca dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria all'interno del progetto S.O.S. punterà:

- alla caratterizzazione biologica e agronomica di alcune cultivar minori di olivo presenti nel territorio calabrese, importanti fonti di resistenza ad alcune malattie che attualmente deprimono il comparto regionale;
- alla valorizzazione dei sottoprodotti della lavorazione delle olive per ottenere composti biologicamente attivi da impiegare come ingredienti per la produzione di alimenti e integratori;
- alla valorizzazione dei sottoprodotti per il recupero energetico (impianti a biogas);
- alla valutazione della sostenibilità economica e ambientale delle produzioni e delle innovazioni tecnologiche che il progetto potrà mettere a punto.

Sfide importanti per un'olivicoltura produttiva, di qualità e sostenibile, che deve entrare nel DNA di studenti e futuri ricercatori che potranno portare innovazione a un settore d'eccellenza dell'agricoltura italiana.

Fonte: Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria

I settori Ager 2015

Acquacoltura

Olivo e Olio

Agricoltura di Montagna

Prodotti Caseari

Bando per la divulgazione dei risultati

banner sostegno ager