header mix

Entra nel vivo l’iter di assegnazione dei quattro milioni di euro che Ager ha messo a disposizione per la ricerca scientifica in acquacoltura e nella filiera olivicola. I progetti ammessi alla valutazione finale sono ben sessantatre: venticinque per l’acquacoltura e trentotto per olivo e olio. Le proposte sono state inviate dai più qualificati Istituti ed Enti di ricerca distribuiti sull’intero territorio nazionale e che, in alcuni casi, hanno stretto partnership internazionali. Un segnale positivo, soprattutto per l’alta qualità e il valore dei progetti presentati, che puntano a soddisfare, attraverso studi mirati e fortemente specialistici, le forti esigenze di due comparti chiave dell’agroalimentare italiano.

L’area di Expo 2015 a Milano diventerà un mega polo dedicato alla ricerca scientifica. Si chiama Italia 2040 "Human Technopole" il progetto – presentato lo scorso 24 febbraio alla presenza del Premier Matteo Renzi e del Ministro Maurizio Martina – che punta a migliorare la salute e l’aspettativa di vita delle persone attraverso la ricerca di alta qualità. Parole d’ordine che accompagneranno il centro di ricerca sono medicina, big data, nanotecnologie e nutrizione, dunque una nuova conoscenza scientifica basata sull’evoluzione tecnologica. Obiettivo primario è rendere l’Italia uno dei Paesi leader mondiale nell'ambito delle tecnologie umane e della long life.

E’ dedicata ai segni la quattordicesima edizione del Festival della Scienza che si terrà a Genova dal 27 ottobre al 6 novembre 2016. Il segno inteso come espressione della natura, ma anche i segni elaborati dall’uomo per dare alla scienza un suo linguaggio e le straordinarie interazioni attraverso i segni che ci sono tra gli esseri viventi.

Sono 21 i milioni di euro destinati dal Governo per il miglioramento genetico di agrumi, albicocco, ciliegio, melo, olivo, pesco, vite, frumento, pomodoro, melanzana e pioppo. Lo ha stabilito il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali a favore della prima attività di ricerca pubblica italiana basata sull’impiego delle biotecnologie sostenibili. Una tecnica che attraverso il genome editing permette di avere prodotti cisgenici, che a differenza degli OGM non comportano “inserimenti” di geni estranei a quelli propri della specie, dando quindi prodotti simili a quelli ottenuti con l’incrocio tradizionale.

Tutto lo staff di Ager dà un caloroso benvenuto a Sara Perrini, che dal 23 novembre scorso è la nuova project manager del progetto. Sara è laureata in scienze e tecnologie agrarie, ha esperienza nella ricerca scientifica in progetti nazionali e internazionali e competenze di management nel settore agro alimentare.

I settori Ager 2015

Acquacoltura

Olivo e Olio

Agricoltura di Montagna

Prodotti Caseari

Bando per la divulgazione dei risultati

banner sostegno ager

Ager - Agroalimentare e ricerca,
è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

AGER
Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Progetto Ager

Valentina Cairo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


ico twitter   TWITTER

ico youtube   YOUTUBE