header mix

E’ dedicata ai segni la quattordicesima edizione del Festival della Scienza che si terrà a Genova dal 27 ottobre al 6 novembre 2016. Il segno inteso come espressione della natura, ma anche i segni elaborati dall’uomo per dare alla scienza un suo linguaggio e le straordinarie interazioni attraverso i segni che ci sono tra gli esseri viventi.

Sono 21 i milioni di euro destinati dal Governo per il miglioramento genetico di agrumi, albicocco, ciliegio, melo, olivo, pesco, vite, frumento, pomodoro, melanzana e pioppo. Lo ha stabilito il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali a favore della prima attività di ricerca pubblica italiana basata sull’impiego delle biotecnologie sostenibili. Una tecnica che attraverso il genome editing permette di avere prodotti cisgenici, che a differenza degli OGM non comportano “inserimenti” di geni estranei a quelli propri della specie, dando quindi prodotti simili a quelli ottenuti con l’incrocio tradizionale.

Tutto lo staff di Ager dà un caloroso benvenuto a Sara Perrini, che dal 23 novembre scorso è la nuova project manager del progetto. Sara è laureata in scienze e tecnologie agrarie, ha esperienza nella ricerca scientifica in progetti nazionali e internazionali e competenze di management nel settore agro alimentare.

Manca poco alla partenza del Piano olivicolo nazionale. Tra le priorità il finanziamento della ricerca scientifica, i cui ambiti di intervento sono in piena sintonia con la ricerca promossa da Ager 

Accordo raggiunto lo scorso 13 novembre per dare finalmente il via al nuovo Piano olivicolo nazionale, uno strumento finanziario che prevede di erogare 32 milioni di euro, di cui 4 milioni nel 2015 e 14 milioni all’anno rispettivamente nel 2016 e nel 2017. L’intesa è stata siglata da Aipo, Assitol, Assofrantoi, Cno, Federolio, Unapol, Unaprol e Unasco, sotto la guida del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Attivata anche la sinergia con la Conferenza Stato-Regioni per arrivare all’approvazione del Piano in breve tempo, grazie anche all’integrazione delle risorse nazionali con quelle regionali.

Arrivati i progetti di Università e Istituti di ricerca per i settori dell’acquacoltura e olivicoltura. Ora inizia l’iter per la scelta dei progetti da finanziare.

Sono 71 i progetti presentati nell’ambito del progetto Ager 2015, di cui 27 per l’acquacoltura e 44 per l’olivicoltura, a seguito dei bandi pubblicati lo scorso 16 luglio. Gli enti hanno avuto tempo fino al 30 ottobre per candidare le proposte che porteranno innovazione e benefici a due tra i settori produttivi fondamentali dell’agroalimentare italiano.

I settori Ager 2015

Acquacoltura

Olivo e Olio

Agricoltura di Montagna

Prodotti Caseari

Bando per la divulgazione dei risultati

banner sostegno ager

Ager - Agroalimentare e ricerca,
è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

AGER
Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Progetto Ager

Valentina Cairo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


ico twitter   TWITTER

ico youtube   YOUTUBE