header mix

La ricerca pubblica italiana riparte con 21 milioni di euro

Sono 21 i milioni di euro destinati dal Governo per il miglioramento genetico di agrumi, albicocco, ciliegio, melo, olivo, pesco, vite, frumento, pomodoro, melanzana e pioppo. Lo ha stabilito il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali a favore della prima attività di ricerca pubblica italiana basata sull’impiego delle biotecnologie sostenibili. Una tecnica che attraverso il genome editing permette di avere prodotti cisgenici, che a differenza degli OGM non comportano “inserimenti” di geni estranei a quelli propri della specie, dando quindi prodotti simili a quelli ottenuti con l’incrocio tradizionale.

 

Il piano è articolato su tre anni e la regia sarà del Crea, il rinnovato Centro di ricerca specializzato del Ministero delle Politiche Agricole, che racchiude alcune delle più importanti professionalità italiane nel campo della ricerca agroalimentare, come ad esempio lo staff che è stato protagonista del sequenziamento del genoma del frumento.

L’obiettivo della ricerca è di aumentare competitività, efficienza produttiva e sostenibilità del sistema agricolo italiano, favorendo l’adattamento delle colture ai cambiamenti climatici e migliorarne la resistenza alle malattie. Saranno così finanziate nuove ricerche e potenziati i filoni di ricerca già attivi, come ad esempio il progetto di genome editing che ha visto coinvolti, oltre al Crea, numerosi ricercatori italiani che hanno prodotto risultati interessantissimi nel melo (con la selezione di una varietà resistente alla ticchiolatura) e nel grano duro (con un miglioramento qualitativo del contenuto proteico).

Tutto il percorso è accompagnato da una fase negoziale affinché nell’Unione Europea le biotecnologie sostenibili siano riconosciute diverse dagli OGM transgenici, aspetto che aprirebbe la possibilità di sperimentazione in campo.

 
FONTE: MIPAAF - Ministero Politiche Agricole
 
Facebook/politicheagricole
@mipaafsocial

Ager - Agroalimentare e ricerca,
è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

AGER
Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Progetto Ager

Valentina Cairo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.