header risultati

Kick Off Meeting Agripolis

Venerdì 1 dicembre 2MEETING AGRIPOLIS 2017017 presso il Campus di Agripolis a Legnaro (Padova), si è tenuto il kick off meeting di un nuovo progetto sostenuto da Ager - Agroalimentare e ricerca, l’associazione temporanea di scopo costituita da sedici Fondazioni di origine bancaria, tra cui anche CARIPARO, con la finalità di promuovere e sostenere la ricerca scientifica nell’agro-alimentare italiano.

Il progetto “Costruzione di un prototipo per l’ottimizzazione della concimazione azotata a rateo variabile del grano duro in funzione di previsioni climatiche di medio periodo” si è aggiudicato un finanziamento di 99.849,00 euro, all’interno di un bando di 500.000,00 euro con cui Ager vuole valorizzare i risultati scientifici ottenuti da sedici progetti che hanno già concluso la loro attività di ricerca. Il tutto con l’obiettivo il trasferire le conoscenze e le innovazioni acquisite dai ricercatori al contesto produttivo nazionale e ai territori di riferimento delle Fondazioni che sostengono Ager.

Il progetto svilupperà un prototipo, da installare sulle trattrici e replicabile su scala industriale, in grado di automatizzare la distribuzione variabile del concime azotato (concimazione di precisione) integrando le informazioni fornite da sensori ottici con quelle simulate da modelli predittivi della resa. Un sistema esperto utilizzerà le previsioni climatiche a medio termine per predire il fabbisogno azotato potenziale della coltura in funzione delle performances agronomiche e dell’impatto sulle acque e sulla qualità dell’aria. L’operatività e la funzionalità del prototipo verranno validate sia in campo, nelle regioni Veneto e Abruzzo, sia in laboratorio mediante analisi delle performances qualitative del grano duro. Grazie a questa nuova applicazione, si stima che si potrà aumentare la competitività delle aziende agricole con risparmi di azoto quantificabili oltre il 25%, con positivi impatti economici per il produttore e ambientali, in quanto si riduce la presenza di azoto nelle acque superficiali e di falda e si contiene l’emissione di gas serra (minore rilascio di protossido di azoto). Temi particolarmente sentiti e importanti per chi opera nel comparto agricolo, in particolare per il bacino padano veneto, dove la coltura del grano duro è molto diffusa e per il quale il progetto avrà forti ricadute.

Al kick off meeting ha partecipato il partenariato di progetto, che oltre al Dipartimento di Agronomia dell’Università degli Studi di Padova, guidato dal Prof. Francesco Morari responsabile scientifico dell’attività, comprende le Università degli Studi di Firenze, Parma e Teramo. Il gruppo di lavoro si avvarrà anche della collaborazione esterna di tre aziende, tra cui il Gruppo Barilla, interessato alle performance qualitative del grano duro, Arvatec e UST Italia, aziende leader rispettivamente nel campo delle tecnologie dell’informazione e nei voli con droni in ambito agricolo.

Ager nei suoi quasi dieci anni di attività ha sostenuto l’agro-alimentare italiano mettendo a disposizione oltre 34 milioni di euro per ricerche innovative e finalizzate allo sviluppo di nuove tecnologie per consolidare la leadership dei prodotti agroalimentari italiani, garantire ai consumatori qualità e sicurezza alimentare, coniugare rese elevate con la sostenibilità ambientale delle filiere agricole. Per ulteriori informazioni www.progettoager.it

     logo fondazione parma  logo fondazione cariplo      logo cr cuneo         logo fondazione carife      logo fondazione cr firenze         logo fondazione Friuli    logo fondazione modena     logo fondazione padova rovigo          logo fondazione teramo        logo fondazione caritro trento rovereto    logo fondazione venezialogo fondazione vercelli            

Ager - Agroalimentare e ricerca,
è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

AGER
Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Progetto Ager

Valentina Cairo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


ico twitter   TWITTER

ico youtube   YOUTUBE