E’ uno dei settori agricoli e alimentari in maggiore espansione sul nostro pianeta e ogni anno fornisce la metà del pesce necessario al fabbisogno mondiale. L’acquacoltura - secondo i dati emersi dal rapporto EUFOMA (Osservatorio europeo del mercato dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura) della Commissione Europea - è un’attività non solo necessaria, ma anche importante in termini di sostenibilità e protezione dei consumatori. Senza l’acquacoltura non ci sarebbe abbastanza pesce per soddisfare le necessità e si dovrebbero aumentare in maniera esponenziale le catture in mare, compromettendo il delicato equilibrio dell’ecosistema marino.

Incremento della produzione nazionale di olive e dell’Olio Extravergine di oliva, promozione e valorizzazione dei prodotti, una più forte organizzazione della filiera nazionale. Questi gli obiettivi che si propone il Piano olivicolo nazionale approvato il 24 marzo 2016 per sostenere le 900.000 aziende italiane.

Cosa si aspettano i cittadini europei dall’agricoltura? Prodotti di qualità, sani e sicuri. A definire questa tendenza sono i dati emersi da Eurobarometro, lo strumento adottato dalla Commissione Europea per analizzare le tendenze dell'opinione pubblica in tutti gli Stati membri e nei Paesi candidati. L’indagine ha riguardato il rapporto tra i cittadini europei e l’agricoltura, il ruolo che si riconosce all’agricoltore e il valore percepito della produzione agricola.

L’aumento dell’anidride carbonica nell’atmosfera rischia di compromettere la produzione della pasta perfetta, quella che tiene la cottura e rimane “al dente”. Sono queste, in sostanza, le conclusioni di DuCo (Durum wheat adaptation to global change: effect of elevated CO2 on yield and quality traits), un progetto di ricerca finanziato nella prima edizione di Ager.

Contiene le priorità e le tendenze della scienza a livello mondiale il Science Report "Towards 2030" di Unesco. Un documento di grande importanza, redatto da oltre sessanta esperti internazionali, che fa un’analisi dello sviluppo di scienza, tecnologia e politiche per l’innovazione tra il 2009 e metà del 2015. Linee guida fondamentali in quanto dovranno orientare le scelte degli stati verso la redazione di un’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, definendo quale sarà la scienza del futuro.

Non solo eccellenza produttiva e delizioso compagno sulla tavola. L’Olio Extravergine di Oliva aiuta a prevenire e controllare il diabete, contribuendo ad abbassare il livello degli zuccheri nel sangue. Lo affermano i ricercatori della Società italiana di diabetologia e dell’Università Federico II di Napoli, confermando un recente studio dell’Università La Sapienza di Roma. Aggiungere un filo d’olio può, dunque, aiutare i diabetici a vivere meglio perché contiene le impennate glicemiche, proteggendo il corpo dai rischi cardiovascolari.

Entra nel vivo l’iter di assegnazione dei quattro milioni di euro che Ager ha messo a disposizione per la ricerca scientifica in acquacoltura e nella filiera olivicola. I progetti ammessi alla valutazione finale sono ben sessantatre: venticinque per l’acquacoltura e trentotto per olivo e olio. Le proposte sono state inviate dai più qualificati Istituti ed Enti di ricerca distribuiti sull’intero territorio nazionale e che, in alcuni casi, hanno stretto partnership internazionali. Un segnale positivo, soprattutto per l’alta qualità e il valore dei progetti presentati, che puntano a soddisfare, attraverso studi mirati e fortemente specialistici, le forti esigenze di due comparti chiave dell’agroalimentare italiano.

Sono le Fondazioni di origine bancaria a sostenere la ricerca scientifica nel settore agroalimentare, intervenendo dove il settore pubblico e quello privato spesso non arrivano per mancanza di fondi. Lo ha spiegato l’avv. Giuseppe Guzzetti, Presidente di Acri - Associazione che riunisce le citate Fondazioni e le Casse di Risparmio spa – e di Fondazione Cariplo, nel corso del suo intervento all’Università Cattolica di Cremona per l’apertura dell’anno accademico 2015/2016. In base al XX Rapporto ACRI 2014, sono infatti ben 61 le Fondazioni operanti a sostegno della Ricerca e Sviluppo e ben 114,4 i milioni di euro erogati in un anno.

L’area di Expo 2015 a Milano diventerà un mega polo dedicato alla ricerca scientifica. Si chiama Italia 2040 "Human Technopole" il progetto – presentato lo scorso 24 febbraio alla presenza del Premier Matteo Renzi e del Ministro Maurizio Martina – che punta a migliorare la salute e l’aspettativa di vita delle persone attraverso la ricerca di alta qualità. Parole d’ordine che accompagneranno il centro di ricerca sono medicina, big data, nanotecnologie e nutrizione, dunque una nuova conoscenza scientifica basata sull’evoluzione tecnologica. Obiettivo primario è rendere l’Italia uno dei Paesi leader mondiale nell'ambito delle tecnologie umane e della long life.

E’ dedicata ai segni la quattordicesima edizione del Festival della Scienza che si terrà a Genova dal 27 ottobre al 6 novembre 2016. Il segno inteso come espressione della natura, ma anche i segni elaborati dall’uomo per dare alla scienza un suo linguaggio e le straordinarie interazioni attraverso i segni che ci sono tra gli esseri viventi.

Ager - Agroalimentare e ricerca,
è un progetto di ricerca agroalimentare promosso e sostenuto da un gruppo di Fondazioni di origine bancaria.

AGER
Presso Fondazione Cariplo
Via Manin n. 23 - Milano
cf 00774480156

Progetto Ager

Valentina Cairo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel +39 02 6239214

Riccardo Loberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.