header mix

Dal prossimo 19 aprile 2017 sarà obbligatorio indicare nelle etichette del latte e dei prodotti lattiero-caseari l’origine della materia prima in maniera chiara, visibile e facilmente leggibile. L’obbligo riguarda le etichette sulle confezioni di latte vaccino, ovicaprino bufalino e di altra origine animale e naturalmente tutti i derivati come il burro, lo yogurt, la mozzarella, i formaggi e i latticini. Si tratta di un'importante operazione di trasparenza nei confronti del consumatore, che li tutela dall’acquisto di latte non italiano e salvaguarda il nostro Made in Italy.

Non è una buona annata per la produzione olearia 2016. Lo affermano CNO - Consorzio Nazionale degli Olivicoltori - e UNASCO - l’Unione Nazionale di Associazioni Coltivatori Olivicoli - sulla base dei dati raccolti nelle diverse realtà olivicole nazionali.

Non è una buona annata per la produzione olearia 2016. Lo affermano CNO - Consorzio Nazionale degli Olivicoltori - e UNASCO - l’Unione Nazionale di Associazioni Coltivatori Olivicoli - sulla base dei dati raccolti nelle diverse realtà olivicole nazionali.

Dopo 25 anni è record storico della presenza di frutta e verdura Made in Italy sulle tavole straniere. È quanto emerge da un’analisi di Coldiretti dei dati Istat sulle esportazioni, relativi al primo semestre del 2016 e presentati in occasione del Macfrut, la fiera di filiera dell’ortofrutta di Rimini.