header mix

Nasce un laboratorio per il benessere degli animali

Fare ricerca e valutare il comportamento e il benessere degli animali in ambito zootecnico, selvatico e per gli animali da compagnia più diffusi come il cane e il gatto. Nasce con questi obiettivi il Laboratorio di Benessere animale, Etologia applicata e Produzioni sostenibili, presso il dipartimento di Medicina Veterinaria dell'Università Statale di Milano.

Il Laboratorio riunisce un gruppo di docenti, ricercatori e tecnici di area veterinaria della Statale che, da oltre 40 anni, si occupa a 360° della "cura" di animali di allevamento, da e selvatici, con il benessere animale al centro delle proprie attività di ricerca, didattica, formazione e divulgazione.

Priorità che vede il Laboratorio - referente dell'Ateneo e unico membro italiano del Network University LINKs UFAW (University Federation for Animal Welfare) - capofila o partner di progetti nazionali e internazionali nell'ambito dell'etologia applicata, della valutazione del benessere degli animali di interesse zootecnico e da compagnia, delle produzioni animali in relazione all'ambiente, della fauna selvatica.

Ottima ricerca si traduce in ottima didattica e in percorsi di formazione qualificata anche per operatori del settore (veterinari, tecnici, allevatori). Oltre ai corsi di laurea triennale e magistrale nell'ambito della Medicina veterinaria e delle Scienze delle produzioni animali, il Laboratorio di Benessere animale è impegnato in corsi di formazione post-laurea, come una scuola di specializzazione e numerosi corsi di perfezionamento con focus su etologia applicata, benessere animale, medicina comportamentale, produzioni animali e cooperazione allo sviluppo. Inoltre, è l’unico in Italia a ospitare programmi di residency per preparare il medico veterinario all'ottenimento del Diploma ECAWBM (European College Animal Welfare and Behavioural Medicine).

Il gruppo di ricerca che ha dato forma al Laboratorio è stato partner del progetto "Filiera verde del suino", finanziato con la prima edizione di Ager. I risultati dei tre anni di lavoro sono consultabili a questo link.

Per informazioni
sites.unimi.it/animalwelfare