Acquacoltura e comunicazione: l’esperienza di Fine Feed For Fish

La ricerca scientifica e biotecnologica contribuisce a rispondere alle sfide moderne della società al fine di garantire una crescita sostenibile, nel rispetto della salute e della tutela dell’ambiente. Obiettivo primario della ricerca è quello di generare conoscenza, da cui la società possa trarre beneficio. Risulta quindi fondamentale riuscire a comunicare i risultati della ricerca scientifica ad un pubblico eterogeneo con l'obiettivo di non lasciare spazio al proliferare delle fake news, notizie false volutamente diffuse con l’intento di manipolare l’opinione pubblica andando a far leva sulle insicurezze e le emozioni di chi le legge o le ascolta.
Rappresentando un settore di nicchia e con scarsa informazione, l’acquacoltura costituisce quindi terreno fertile per la nascita di fake news.
La comunicazione ha dunque rivestito un ruolo centrale nel progetto 4F, consentendo la diffusione capillare di oltre 50 articoli divulgativi volti ad approfondire i temi della sostenibilità in acquacoltura e di oltre 18 pubblicazioni su riviste scientifiche peer-reviewed, dedicate ad illustrare e condividere i risultati ed i progressi del progetto con la comunità scientifica. La partecipazione a numerosi congressi, convegni e fiere di taglio nazionale ed internazionale ha permesso la diffusione degli intenti del progetto con mangimisti, allevatori, economisti agrari e ricercatori provenienti da tutto il mondo.
 
Di seguito l'intervento di Melissa Balzarotti, project manager presso il Consorzio Italbiotec e responsabile della comunicazione del progetto 4F.