header mix
  • 24 Novembre 2021

Un futuro (dietro l’angolo) di conoscenza e consigli per la filiera lattiero-casearia

Ricche giornate di eventi per gli operatori della filiera lattiero-casearia, con ghiotte occasioni di formazione e informazione. I progetti INNOVAMILK, FARM-INN e CANESTRUM CASEI hanno infatti programmato una serie di attività divulgative.

 

Problematiche tecnologiche nelle produzioni casearie. Aspetti microbiologici, tecnologici e diagnostici

Il tour parte giovedì 25 novembre alle ore 14.30, con il webinar realizzato congiuntamente da INNOVAMILK e FARM-INN. Al centro dell’attenzione il grave e irrisolto problema (almeno per molti) del controllo dei microrganismi che alterano la qualità dei formaggi durante la lavorazione e la stagionatura. Come fare? La ricetta è semplice e sarà svelata da riconosciuti esperti, che approfondiranno anche i temi legati all’importanza delle attività diagnostiche per identificare le problematiche all’interno della filiera produttiva, dalla stalla alla stagionatura, fornendo pratiche e semplici soluzioni per risolverle. Scarica qui il programma dell’incontro.

 

Il Caprino Nicastrese tra scienza e tradizione”

La valorizzazione dei formaggi del Meridione d’Italia sarà invece al centro dei due incontri organizzati dal progetto CANESTRUM CASEI. Il primo, si terrà sabato 27 novembre a partire dalle 9 presso l’Aula Magna A dell’Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro e fruibile in diretta sul profilo Facebook del corso di laurea in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Vegetali al seguente link https://www.facebook.com/stpa.unicz . L’incontro vedrà la partecipazione di allevatori, trasformatori, Autorità locali nonché delle principali associazioni di categoria coinvolte nella filiera e dei media locali. Scarica qui il programma dell’incontro. 

 

 "Valorizzazione dei formaggi storici del Meridione d'Italia"

Il secondo evento organizzato sempre da CANESTRUM CASEI si terrà martedì 30 novembre alle ore 16.00 a Vallo della Lucania (SA) presso l’Azienda Agricola Le Starze. Il focus sarà sul Cacioricotta del Cilento, illustrando il contesto produttivo, i risultati delle analisi di laboratorio effettuate dall’Università della Basilicata, dall’Università di Messina e da AGRIS Sardegna in relazione ai principali parametri qualitativi (capacità antiossidante, contenuto in polifenoli, acidità, contenuto di vitamine) e gli aspetti innovativi legati all’utilizzo dei sensi artificiali per la definizione del profilo organolettico. Oltre a questo, i ricercatori presenteranno le attività generali del progetto e lo stato di avanzamento delle attività relative ai 15 formaggi della selezione Ager.  All’evento è prevista la partecipazione, oltre che dei ricercatori del progetto Canestrum Casei, anche dei produttori zootecnici locali e dei rappresentanti delle Istituzioni e del mondo delle associazioni di categoria. Scarica qui il programma dell’incontro.

 

Entrambi gli incontri organizzati dal progetto CANESTRUM CASEI prevedono momenti di degustazione che coinvolgono rispettivamente il Caprino Nicastrese e i cinque formaggi della selezione Ager del territorio Campano e Lucano (Pecorino Carmasciano, Cacioricotta del Cilento, Caciocavallo Podolico, Canestrato di Moliterno e Pecorino di Filiano).