Alghe e soia a confronto nelle formulazioni dei nuovi mangimi: il punto di vista ambientale

Il ruolo delle microalghe in acquacoltura riveste un interesse rilevante per la loro cpacità di tamponare gli effetti negativi della sostituzione delle farine (e degli oli) di pesce nei mangimi. Tuttavia, l’inclusione delle microalghe nei mangimi produce effetti controversi sulle prestazioni zootecniche. 
Ne riferisce un resoconto pubblicato su Georgofili Info, a nome della prof. Giuliana Parisi (Università di Firenze), che illustra i risultati, decisamente articolati, della ricerca svolta nel progetto Ager 2 / SUSHIN, partendo da un articolo pubblicato recentemente su Aquaculture, di cui si è già dato conto nelle pagine del sito di progetto qui.
 
"Nel caso dell’acquacoltura il loro ruolo è attualmente insostituibile e lo sarà nel medio periodo in particolari contesti e fasi della filiera produttiva", conclude l'autrice. Qui l'accesso diretto alla pagina pubblicata su Georgofili Info.

Articoli correlati (da tag)